mercoledì 28 aprile 2010

Droites - via Ginat

27-04-2010

ieri con Nic abbiamo salito la via Ginat sulla parete N delle Droites.
L'alternarsi di nevicate e Sole delle ultime settimane hanno contribuito a migliorare le condizioni del pendio e ad addolcire il ghiaccio della goulotte superiore.
Per dare un giudizio obbiettivo la via è in buone condizioni per coloro che hanno dimestichezza nel misto e non si fanno troppi problemi se il ghiaccio non è spesso da permettere una chiodatura sistematica.
Cosa vuol dire? Il pendio iniziale è in gran parte in neveche porta e permette dei buoni gradini e in piccola parte neve dura. La terminale, ad oggi, si passa bene in diversi punti. La goulotte superiore è di ghiaccio/neve tenero ma talvolta sottile. Vi sono 2 tiri che presentano delle sezioni di misto non facili ma ben proteggibili, ed un tiro dove la partenza è molto delicata per 6 m e poi diventa ghiaccio buono (mala sosta alla partenza è aprova di bomba su roccia).

Il materiale necessario per una ripetizione è:
2/3 viti corte e 4 viti normali per i tiri, in più buona parte delle soste vengono fatte su ghiaccio.
Una serie di friends fino al 2 camalot, qualche cordino lungo, una selezione di nuts medio piccoli. £/4 chiodi da roccia nello zaino sono d'obbligo su una parete simile...non si sa mai!

La discesa viene effettuata in corda doppia dalla breche fino alla terminale. Le prime doppie sono corte per evitare di incastrare la corda e quasi tutte sulla sx orografica. Verso la fine le ultime 2/3 doppie sono dal lato opposto.

Noi non abbiamo utilizzato ne racchette ne sci. La traccia delle cordate precedenti ci è stata di grande aiuto.
In questo momento, viste le temperature, non consiglierei di scenmdere il canale prima del rigelo.

Ecco qualche foto...



















1 commento:

enrico ha detto...

complimenti ragazzi
sono un paio d'anni che aspetto il momento giust0
ma da orientale (veneto) mi sfugge sempre ;(